Lettera alle famiglie e agli alunni dell’Istituto Comprensivo Senigallia Marchetti

 

 

Alle famiglie

Agli alunni della scuola secondaria di 1° grado

Agli alunni della scuola primaria

Alla scuola dell’infanzia



 

lascuolanonsiferma

 



Gentili genitori, care alunne, cari alunni,
ci troviamo a vivere una realtà completamente nuova, che ci mette di fronte ad improvvise fragilità, a sentimenti di angoscia e dolore ma, al contempo, ci chiama a nuove sfide, a trovare risposte diverse per affrontare situazioni ignote e alle quali non eravamo preparati. In questa contingenza la scuola vuole e deve continuare a  mantenere il suo ruolo di comunità educante, di ambiente nel quale il contatto, la relazione, lo scambio fra persone sia un valore imprescindibile, rimanga elemento essenziale della sua azione quotidiana. Proprio perchè vogliamo preservare e incrementare questa relazione, malgrado le difficoltà dei tempi attuali, ci stiamo impegnando a trovare e maneggiare nuovi strumenti che vanno adottati e proposti con consapevolezza ed attenzione, nell’intento di non escludere nessuno e dare continuità al processo di apprendimento degli alunni. Il nostro è un impegno didattico inusuale, senza punti di riferimento certi ed acquisiti che deve misurarsi con i tempi tecnici di attivazione degli strumenti informatici, con le diverse competenze e dotazioni tecnologiche dei docenti, con le innumerevoli variabili del contesto umano nel quale operiamo. La scuola Marchetti vi garantisce che tutta la nostra istituzione sta lavorando ogni giorno affinchè, con qualunque mezzo e modalità, quel legame, quel contatto che è per noi così prezioso non venga interrotto e continui sia la trasmissione dei saperi sia e soprattutto la vicinanza umana fra tutti noi.

A tal proposito, rivolgiamo il nostro sentito ringraziamento al lavoro del personale di segreteria, che con difficoltà, da casa, sta continuando a mandare avanti la macchina amministrativa della scuola e a supportare la didattica a distanza.

A causa del protrarsi del periodo di sospensione delle attività didattiche, fissato per ora al 13 aprile 2020, la nostra scuola ha messo a disposizione dei docenti, degli alunni e delle loro famiglie, una pluralità di strumenti e canali di comunicazione il cui impiego spetta alla libera decisione dei singoli docenti, che li applicano al contesto classe nel quale lavorano in una costante ricerca di equilibrio fra esigenze didattiche ed organizzative. L’attività didattica si sta svolgendo attualmente utilizzando le potenzialità comunicative dei seguenti mezzi:

-il registro elettronico Nuvola – Madisoft

-la piattaforma Google Suite for Education

-il supporto della segreteria per l’invio/la ricezione tramite posta elettronica di materiale didattico per coloro che non hanno altre possibilità di contatto e scambio.

Per rendere più agile la fruizione delle attività didattiche da parte degli alunni, gli argomenti delle lezioni e i compiti vengono inseriti nel Registro elettronico, rispettando, per quanto possibile, la scansione oraria dei singoli docenti.
Ogni docente stabilisce, in base alle esigenze specifiche della classe, dei singoli alunni, delle caratteristiche della disciplina, con quali modalità attuare interventi come videolezioni, lezioni in diretta o videoconferenze tramite applicazione Meet, audiolezioni, video didattici che integrino l’inserimento dei contenuti e delle esercitazioni sul Registro.
Le videoconferenze programmate dai docenti si tengono preferibilmente in orario antimeridiano, ma possono essere fissate in orario diverso, compatibilmente con le disponibilità di docenti e alunni.
Orari e modalità delle videoconferenze sono comunicati dai singoli docenti per mezzo del registro nello spazio ”Documenti ed eventi / Per classe” visibile sul Calendario ed eventualmente nel Registro di classe.
Gli alunni inseriscono i loro elaborati e pongono quesiti ai docenti nello spazio “Documenti ed eventi / Materiale per docenti”.
I docenti restituiscono le correzioni, i materiali e indicazioni personalizzate su “Documenti ed eventi / Per alunno”.
I docenti provvedono a ridurre e armonizzare il carico di lavoro proposto ai ragazzi, per quanto possibile, nel rispetto dei loro tempi di apprendimento e delle peculiarità degli strumenti adottati.
I docenti propongono feedback e riscontri sul lavoro svolto degli alunni in modalità individuale o attraverso l’invio di materiale di correzione comune alla classe.
Se necessario, data la situazione emergenziale nella quale stiamo operando, orari, attività pianificate e richieste potranno subire modifiche e adattamenti che saranno prontamente comunicati agli alunni.

Cari genitori, comprendiamo benissimo le esigenze e le difficoltà di gestione familiare; pertanto desideriamo farvi sentire la nostra vicinanza e rassicurarvi sulla attenzione e comprensione che usiamo e useremo, pronti ad accogliere le vostre eventuali difficoltà e a cercare soluzioni condivise. Teniamoci quindi in contatto e affrontiamo il momento difficilissimo che stiamo attraversando uniti, collaborativi e consapevoli che stiamo operando per raggiungere lo stesso obiettivo.

 




Care ragazze e cari ragazzi della scuola secondaria,
in questa situazione di emergenza ognuno di noi ha un compito come cittadino: il vostro è quello di continuare ad impegnarvi nello studio e di farlo nel modo più autonomo e responsabile che potete. Scoprite ed esprimete tutte le risorse personali che avete. Organizzatevi con i compiti assegnati cercando di svolgerli con cura e di rispettare per quanto possibile le date di consegna; vi aiuterà ad affrontare questo periodo in modo positivo e a riappropriarvi della vostra routine. I docenti vi chiedono di interagire utilizzando nuovi strumenti. Piano piano imparerete, non abbiate fretta ma provateci e chiedete se non capite e condividete le vostre conoscenze. La vostra classe continua ad essere tale anche a distanza: se non capite qualcosa potete anche chiedere ai vostri compagni, l’unione fa la forza. Continuiamo il nostro lavoro in modo nuovo, insieme. Trasformiamo questa interruzione delle attività didattiche in presenza in una opportunità, siamo tutti pionieri di un nuovo modo di fare scuola.





Cari bambini e bambine della scuola primaria,
questo tempo di lontananza sta diventando il tempo in cui la CREATIVITA’ che vi abita prende spazio nei tentativi di contatto con gli amici, i parenti, i maestri e le maestre, nei modi diversi in cui organizzate il tempo in casa, nei giochi che inventate con chi vi è vicino. Questo è anche il tempo in cui la vostra INTELLIGENZA matura adattandosi a nuovi modi di conoscere, a materiali diversi da maneggiare, a contenuti sempre uguali e sempre diversi. Questo è il tempo del CORAGGIO, di non lasciare avanzare la paura, di vivere il presente sapendo che ci sono difficoltà da affrontare, ma anche tanta bellezza da scoprire in giorni che sono unici nella nostra storia. Noi tutti che vi conosciamo facciamo il tifo per voi. Siamo certi che proprio in mezzo a voi si nasconde qualcuno che troverà cure per malattie ancor più gravi di quella che stiamo fronteggiando, qualcuno che creerà un modo nuovo di vivere in questo bellissimo pianeta, qualcuno che lotterà per ristabilire la pace in tutto il mondo. Ne siamo certi perché vi conosciamo, perché abbiamo intravisto in questi anni quella speranza che sta nei vostri giovani cuori. Vogliamo stare al vostro fianco oggi e domani. E vogliamo anche accompagnare i vostri genitori. Lo faremo continuando a cercarvi, mediando contenuti e proposte. Utilizzeremo vari strumenti per cercare di offrire ad ognuno di voi quello più adatto. Anche se lontani, non saremo mai soli.





Anche la Scuola dellInfanzia ha la sua Didattica a Distanza!
Quest’ultima si effettua (come da indicazioni ministeriali) attraverso attività, possibilmente in raccordo con le famiglie, costruite sul contatto “diretto”(se pure a distanza) tra docenti e bambini. L’obiettivo sarà quello di privilegiare, in particolare per i più piccoli, la dimensione ludica e l’attenzione per la cura educativa precedentemente stabilite nelle sezioni.

I docenti della Scuola dell’Infanzia propongono quindi, grazie anche alla mediazione dei rappresentanti di classe, attività compensative (email, video, messaggi registrati, chat Whatsapp) finalizzate a mantenere l’interazione tra docenti, bambini e famiglie.

 

La dirigente scolastica
Le docenti e i docenti dell’istituto Comprensivo Senigallia Marchetti